top of page

Come prevedere i costi multi-cloud




Analizzare i costi multi-cloud è essenziale per capire le risorse necessarie per l’operatività e stabilire quanto budget allocare al cloud.


Prevedere

Nel contesto aziendale, la gestione dei costi multi-cloud è una pratica essenziale che serve per evitare consumi eccessivi e per poter stimare le spese future per la gestione.


Nell’articolo precedente abbiamo visto tre aspetti da considerare nella gestire dei costi multi-cloud, ora come passaggio successivo, è necessario analizzare i dati ad essi associati per capire sia quanto budget destinare agli esercizi successivi sia per conoscere e monitorare lo stato dell’infrastruttura.


Solitamente, è buona pratica combinare l’analisi delle spese passate con i piani futuri, considerando eventuali modifiche programmate nell'infrastruttura cloud, il ciclo di vita delle applicazioni attuali e piani di investimento nel cloud per stabilire il budget attuale e futuro.

Tale processo richiede una stretta collaborazione tra i team Finance, IT e Management.


L'obiettivo è sviluppare modelli di previsione e indicatori chiave di performance (KPI) condivisi, che fungeranno da base per stabilire budget in linea con gli obiettivi aziendali.

Per fare ciò non esiste un metodo di previsione universale che possa adattarsi a tutte le organizzazioni. La spesa nel cloud, infatti, è intrinsecamente mutevole e può risultare difficile da prevedere siccome varia tantissimo in base ai processi, agli applicativi e alla struttura dell’azienda in sé.


Ad esempio, gli ingegneri potrebbero avviare carichi di lavoro in qualsiasi momento, spesso senza dover seguire un processo di approvvigionamento standard. Questa esigenza di dinamicità aggiunge un livello di complessità alla previsione dei costi, rendendola una sfida costante nell'ambiente cloud.


Livello di maturità

Innanzitutto, per far sì che questa pratica diventi un punto di forza, il primo passo da affrontare consiste nell’analizzare la propria situazione attuale per comprendere a che livello di maturità è la propria organizzazione.


Da tanto tempo gestiamo i costi cloud dei nostri clienti e, nel corso del tempo, abbiamo sviluppato delle domande guida per aiutarti, suddivisi in 4 principali aree:


1) Processi di previsione e strumenti utilizzati:

  • Quanto sono diversificate le fonti di dati e gli strumenti impiegati per le previsioni dei costi cloud?

  • Le previsioni sono principalmente create manualmente o secondo uno schema?

  • Esiste una metodologia di analisi basata sulle tendenze passate per le previsioni?


2) Coinvolgimento delle parti interessate e revisione delle previsioni:

  • I manager dei team hanno accesso e coinvolgimento nelle previsioni dei costi cloud?

  • Viene effettuata una regolare revisione delle previsioni con i team delle parti interessate?


3) Precisione e allineamento con obiettivi aziendali:

  • Le previsioni considerano l'adeguamento dei costi in base all'utilizzo effettivo e sono utilizzate per definire i budget?

  • I piani vengono revisionati e aggiornati periodicamente?


4) Ottimizzazione e integrazione dei dati:

  • Esistono flussi di dati automatici tra le previsioni dei costi cloud e i sistemi contabili back-end per un reporting organizzativo più ampio?


Rispondere a queste domande ti farà capire il livello della tua azienda nella previsione dei costi cloud. Generalmente viene suddivisa in livello base, intermedio o avanzato:

  • Base: utilizzate una varietà di strumenti e fonti dati per le previsioni dei costi cloud, sebbene siano in gran parte eseguite manualmente e siano basate sulle tendenze passate. L'analisi della varianza è manuale con visibilità limitata, focalizzata solo su specifiche unità aziendali o centri di costo. L'assenza di coinvolgimento da parte dei vari team limita il monitoraggio delle discrepanze rispetto alle previsioni di spesa.

  • Intermedio: le previsioni dei costi cloud sono ottimizzate e includono modelli basati sulle tendenze. Le previsioni vengono regolarmente aggiornate e utilizzate per stabilire i budget. Le parti interessate hanno accesso ai dati previsionali, integrati con i sistemi contabili back-end e i team FinOps revisionano regolarmente le soglie e le tendenze delle previsioni con le parti interessate.

  • Avanzato: l’organizzazione comprende politiche globali per l'allocazione dei metadati e monitora le previsioni dei costi cloud in tempo reale, adattandole all'utilizzo del cloud. I modelli previsionali sono altamente sofisticati e allineati ai costrutti di allocazione organizzativa, offrendo una visibilità dettagliata per unità aziendali, team e prodotti. L'integrazione e il flusso di dati sono completamente automatizzati, fornendo una singola fonte di verità per il monitoraggio e l'influenza sulle tendenze e i budget delle previsioni dei costi cloud.


Secondo una ricerca condotta da “FinOps Foundation” attualmente lo scenario prevede la maggior parte delle aziende al livello base ossia il 48,2%, il 32,8% al livello intermedio e solo il 19% ha implementato automazioni così da raggiungere un livello avanzato.



Misure di Successo nei Costi del Cloud

Per valutare il successo delle previsioni esistono degli indicatori chiave di prestazione (KPI), degli obiettivi con risultati chiave (OKR) e delle soglie che delineano le deviazioni accettabili. La pratica FinOps definisce una serie di misure di successo per classificare e allocare i costi del cloud.


Questi indicatori variano molto a seconda del proprio livello di maturità operativa. Per facilitarti, di seguito troverai i principali fattori da considerare durante la creazione di una previsione dei costi della tua azienda:

  • Classificazione e Allocazione dei Costi: Secondo la pratica FinOps, un'allocazione completa è raggiunta quando almeno l'80% della spesa cloud è destinata a una pratica FinOps operante a livelli di maturità specifici, come il livello di scansione (80%) o il livello Run (90%).

  • Modelli di Previsione Ottimizzati: I modelli di previsione utilizzano i dati di utilizzo del cloud adattati per sconti, facilitando la previsione dei costi con maggiore precisione.

  • Accuratezza della Previsione: Si stabiliscono varianze accettabili rispetto alla spesa effettiva, con livelli di accuratezza specifici per i diversi livelli di maturità.

  • Notifiche e Aggiornamenti di Previsione: Le parti interessate vanno notificate in caso di superamento delle soglie di scostamento della previsione, riducendo così il rischio di eccessivo consumo del budget.

  • Frequenza e Aggiornamento delle Previsioni: La frequenza delle previsioni deve include aggiornamenti intermedi per eventuali adeguamenti di budget.

  • Responsabilità delle Unità Aziendali: Le unità aziendali devono avere liberà di gestire i propri budget sulla base dei dati previsionali, migliorandone così la responsabilità e l'adeguamento alle aspettative di spesa.


Ottimizzazione dei Dati per una Gestione Efficiente: Il Tuo Alleato nei Costi Cloud

Come avrai potuto intuire, per gestire al meglio i costi del cloud l'ottimizzazione dei dati è vitale. Questo processo però comporta spesso un esborso in termini di tempo ed energia, comprendendo una lunga serie di attività manuali.


Scegliendo la piattaforma Xautomata, avrai a disposizione uno strumento potente che ti permetterà di liberarti dalle noiose attività manuali, così da focalizzarti sul business core della tua azienda.


La soluzione di fatto integra i dati dei vari provider e allinea le allocazioni, offrendoti una visione unificata e in tempo reale dei costi su direttamente in un’unica dashboard.


Oltre a semplificare la previsione, otterrai una panoramica dettagliata di anomalie, tendenze e un forcasting avanzato dandoti il potere di prendere decisioni basandoti sui dati.


Scegliere Xautomata significa optare per un metodo più efficiente e mirato nella gestione dei tuoi costi cloud.



留言


bottom of page